Via Crucis di Xerra

Via CrucisSabato 16 maggio 2015 abbiamo installato in chiesa la Via Crucis di William Xerra.

William Xerra, nato a Firenze nel 1937, vive e lavora a Ziano Piacentino (Piacenza). E’ italiano, si è formato all’Accademia di Brera. E’ pittore, scultore, poeta ma, attualmente, è soprattutto è pittore.

Le 14 stazioni della sua Via Crucis sono realizzate a tecnica mista su tela cm 82 x 128 e sono di proprietà dell’autore.

Xerra le ha dipinte nel 1999 e le ha esposte in alcune gallerie. Fino a oggi non le aveva ancora collocate in una chiesa.

William racconta che, un giorno, girando per un mercatino, notò una Via Crucis del ‘700 che era in vendita e l’acquistò. Si trattava di una Via Crucis del tutto tradizionale composta da 14 stazioni. Riutilizzò le 14 tele inserendole in una tela grande il doppio e sulla tela nuova inserì quella che possiamo chiamare la sua Via Crucis, a fianco e, a suo modo, a commento di quella del ‘700. I riferimenti tra le due parti di ogni stazione ci sono sempre anche se non sempre sono immediate ed evidenti. Occorre solo cercarli armati di un poco di curiosità osservando le due immagini, quella antica e quella moderna, con attenzione. (Per stimolare la curiosità, domandiamoci: che cosa ci passa per la mente - quali immagini, quali sensazioni, quali parole - quando osserviamo una stazione della Via Crucis?)

La Via Crucis di Xerra sostituisce quella che si trova abitualmente sulle pareti di San Giovanni Bono solo per la durata dell’EXPO, da maggio a ottobre 2015. L’abbiamo esposta in vista del pellegrinaggio del 23 maggio a Torino, dove andremo per venerare la sindone. In questo modo nella nostra chiesa abbiamo una bella serie di opere d’arte dedicate alla Passione morte e risurrezione del Signore: la via crucis di Xerra, la grande croce di Stefano nel battistero e la croce gloriosa di Nagasawa nell’abside.

don Giampiero Guidetti , parroco